Benvenuti in AcquariOnLine!
Questo sito, gestito esclusivamente da appassionati, ha l'unico scopo di incentivare lo scambio di informazioni ed esperienze sul mondo dell'acquariofilia. Con questa finalità abbiamo realizzato i progetti satellite, orbitanti attorno al sito AcquariOnLine, al quale potrete accedere e partecipare cliccando sui relativi banner.
Forum AcquariPedia  

img_home_14.jpg
 
Comunicazioni

Ultime da Acquariforum




Realizzazione di una plafoniera a led. PDF Stampa E-mail
Scritto da Peterpan67   
mercoledý 25 aprile 2012
Ciao a tutti! Quella che leggerete di seguito è la mia esperienza nel costruire una plafoniera a led. Ci ho pensato per mesi e ho navigato a lungo in rete per trovare informazioni a riguardo ma non ho mai trovato lo spunto giusto.. fino ad un mese fa quando, incoraggiato da Davide, un nostro utente, mi sono convinto! Ho chiesto alcune informazioni ed ho fatto il passo: l'idea era quella di trasformare la mia plafoniera 12X39W T5 in una a led!

Materiale ed attrezzature usate:

  • Trapano e relative punte;
  • cacciaviti;
  • colla Millechiodi;
  • mammuth;
  • 15 m ca. di cavo elettrico (ho usato quello per hi-fi perchè molto morbido);
  • piastra di alluminio da 1 mm;
  • 21 led blu P4 da 3W; - 57 led white P4 (6500°K) da 3W;
  • 10 lenti da 60°; - 68 lenti da 45°;
  • 7 resistenze da 3,9 Ohm;
  • 19 resistenze da 3 Ohm; - dimmer;
  • trasformatore/alimentatore (nel mio caso da 300W);
  • viti e dadi s.n.
























































La prima cosa che ho fatto è stato smontare la vecchia plafoniera per mantenere soltanto lo scheletro esterno. Ho posizionato la piastra in alluminio all’interno dello scheletro della plafo: naturalmente le dimensioni della piastra erano tali da alloggiarvi! Ho praticato qualche buchetto e posto qualche vite in modo da fissare la piastra alla struttura.




















































A questo punto ho disegnato sulla piastra la posizione dei led in modo da poterli sistemare in modo preciso.




















































Come consigliatomi quando ho acquistato il materiale, ho collegato i led in serie a coppie di tre. Non è restato che incollare i led sulla piastra. Prima i bianchi con relativi collegamenti,




















































poi i blu.








































Ho rispettato questo ordine poichè i led blu necessitano di una resistenza maggiore: non potendoli riconoscere a vista, è meglio non sbagliare! L’incollaggio l’ho fatto in modo che le polarità dei led fossero sequenziali per ogni gruppo di tre ossia il positivo del primo vicino al negativo del secondo (+ - + - + -) e così via.

Ho fatto un foro sulla piastra vicino al primo led ed uno vicino al terzo per ogni gruppo: il grosso dei collegamenti è stato posto così nella parte superiore della piastra perchè esteticamente la plafo risultasse piu bella. A questo punto ho cominciato a saldare a stagno i vari led, collegando i poli in serie. I fili finali li ho fatti passare attraverso i buchi, in modo da farli uscire dalla parte superiore. Ho eseguito lo stesso procedimento per ogni gruppo di tre e finite tutte le saldature ho girato la plafoniera. Ho collegato le resistenze da 3 Ohm ai bianchi e le resistenze da 3,9 Ohm ai blu, poi ho messo in parallelo tutte le coppie di led.








































Le resistenze sono state collegate sul positivo con i mammut: è importante che venga mantenuto sempre lo stesso schema su ogni gruppo altrimenti i led non si accendono! Ho incollato le resistenze alla piastra dopo di che, sapendo che il dimmer supporta due canali di uscita dei bianchi ed uno dei blu, ho fatto in modo che per bianchi ci fossero due canali -uno da nove gruppi ed uno da otto gruppi-. Dopo di chè, ho eseguito lo stesso procedimento per i led blu.
A questo punto ho creato un alloggiamento leggermente sollevato rispetto alla piastra dove poter posizionare sia il dimmer che l’alimentatore.








































Ho collegato alla rete e controllato che l’uscita dell’alimentatore fosse a 12 V (eventualmente la si può regolare agendo con un cacciavite nel sensore). Ho seguito lo schema per effettuare i collegamenti ed ho dato corrente per l'accensione.








































Valutato che tutto era ok, sono passato ad incollare le lenti sui led, ponendo davanti quele con angolo da 60°.




















































A questo punto mancava solo di effettuare i collegamenti tra dimmer, alimentatore e timer: il risultato lo vedete nelle foto seguenti.







































































































NB. A differenza delle altre fonti di luce, i led emanano calore, non sotto ma sopra di essi! Pertanto è necessario dotare il sistema di dissipatori o di un piccolo impiantino con ventoline di raffreddamento da 12 V. Io ne avevo tre da PC, quindi ho collegato quelle al sistema! l'Effetto finale giudicatelo voi!








































































































Da: Peterpan67
Ultimo aggiornamento ( venerdý 27 aprile 2012 )
 
Pros. >
 
up
up